Cerca Dottori

Terapia del movimento

Per terapia del movimento si intende l’esecuzione regolare e continuativa di programmi di esercizi, prescritti e somministrati come un farmaco, che hanno come obiettivo quello di migliorare le performance motorie, il benessere psicofisico e la qualità della vita.

Quali sono i disturbi per i cui è indicato questo percorso?

  • Esiti stabilizzati di patologie neurologiche (ictus, traumi cranici) e di interventi chirurgici (protesi articolari, decompressione/stabilizzazione vertebrale, resezione di ernie discali);
  • Malattie cronico-degenerative neurologiche (morbo di Parkinson, sclerosi multipla) e del sistema muscolo-scheletrico (artrosi, osteoporosi, scoliosi dell’adulto);
  • Malattie cardiocircolatorie e respiratorie (ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, insufficienza respiratoria cronica);
  • Malattie del metabolismo (diabete mellito tipo 2, sindrome metabolica, dislipidemie, ipotiroidismo, obesità/sovrappeso);
  • Malattie reumatologiche (fibromialgia, artriti, connettiviti);
  • Condizioni fisiologiche (gravidanza, post-partum, invecchiamento)

Primo passo

Il nostro percorso inizia con una visita specialistica comprendente la valutazione della storia clinica e delle capacità funzionali residue del paziente al fine di individuare eventuali controindicazioni o restrizioni all’esercizio fisico (in questa fase possono essere richiesti ulteriori accertamenti prima di essere ammessi al programma).

La valutazione consente di formulare la prescrizione della terapia del movimento (modalità, frequenza, durata, intensità) ed di attribuire il paziente ad un percorso base o avanzato.

Secondo passo

Valutata l’idoneità e redatta la prescrizione, il paziente viene inserito in piccolo gruppo, omogeneo per problematica e per livello funzionale.

L’attività viene proposta in due forme:

 

  • Esercizio Fisico Adattato (EFA): rivolto prevalentemente a soggetti affetti da patologie cardiocircolatorie, respiratorie e metaboliche, e che quindi necessitano di monitoraggio e rimodulazione della prescrizione;
  • Attività Fisica Adattata (AFA) rivolta alle altre condizioni che hanno carattere maggiormente stabilizzato.

 

I programmi vengono svolti, sotto supervisione medica, da parte del laureato in Scienze Motorie e possono essere eseguiti in piscina, in palestra o in entrambe le modalità.

Ricorda! In presenza di difficoltà motorie, affinché l’esercizio fisico risulti utile, gratificante e ben tollerato, va considerato alla stregua di un farmaco che richiede accurata prescrizione.

Continuando la navigazione si accettano le disposizioni in tema di privacy maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi